Divorzio e separazione differenze


Assistenza e consulenza per divorzio e separazione


Richiedi una consulenza senza impegno >>

La separazione consensuale e giudiziale

Prima del divorzio, in Italia si deve passare attraverso la separazione dei coniugi (tranne che in casi particolari).
La separazione consensuale si ha quando entrambe le parti sono d'accordo su ogni condizione. Altrimenti si deve demandare al Tribunale di decidere sulle condizioni, sui cui i coniugi non si accordano, ed in tal caso la separazione sarà giudiziale.
Nella separazione consensuale i coniugi con l'aiuto del loro avvocato ( o dei loro avvocati) stabiliscono le condizioni, ed il Tribunale ne verifica la regolarità e procede all'omologa, dopo una sola udienza ove i coniugi sono tenuti a sottoscrivere le condizioni che essi stessi hanno deciso. La separazione giudiziale a differenza è una causa vera e propria, scandita da diverse udienze, da una fase istruttoria e si chiude con sentenza del Tribunale. Ha tempi lunghi e costi importanti.


Il divorzio
Le differenze sono le seguenti, dopo sei mesi dalla separazione consensuale o dopo un anno dalla sentenza che chiude la separazione giudiziale, le parti possono chiedere che il Tribunale pronunzi il loro divorzio.
Con il divorzio i coniugi non sono più eredi uno dell'altro e possono passare a nuove nozze.
Anche per il divorzio, se le parti si accordano sulle condizioni, si tratterà di divorzio congiunto che si esaurisce in una sola udienza innanzi al Tribunale il quale poi emette sentenza solitamente non impugnabile in quanto i coniugi sottoscrivono di non voler impugnare.
Se le parti non trovano un accordo, la decisione viene devoluta al Tribunale che deve istruire una vera e propria causa, con tempi lunghi e costi importanti. La causa si chiude con sentenza appellabile.